Tag

, , , , , , ,

crackers

Per proseguire gli esperimenti con l’amato Blob e mettere in pratica i suggerimenti del corso sul lievito madre, ho provato a fare i crackers con pasta madre. Un’ottima modalità per gestire gli scarti del lievito. Come ho già accennato nel post ad hoc sul corso, infatti, il mio problema con il LM non era tanto la sua “manutenzione”, quanto la gestione degli avanzi. Ora, oltre ad aver appreso un modo più razionale di gestirlo, ho imparato anche un gustosissimo modo per smaltirlo: preparare crackers e piadine! La ricetta è la stessa, è velocissima e ottima per un aperitivo dell’ultimo minuto in entrambi i casi (delle piadine ne riparlerò più in là)…e la cosa bella è che, in realtà, non c’è bisogno di nessuna attesa per la lievitazione: basta unire agli scarti di LM, direttamente prelevato dal barattolo, farina, acqua, olio e sale…e aromi a piacere!

IMG_4188 (Small)

Ingredienti

  • 150 gr di lievito madre non (necessariamente) rinfrescato
  • 100 gr di farina 0
  • acqua q.b. (circa 50 ml, ma la quantità dipende dall’olio e dalla morbidezza dell’impasto)
  • olio e.v.o. q.b. (circa 30 ml, vale lo stesso discorso per l’acqua)
  • sale
  • 1 cucchiaio di paprika

Preparazione

Impastare tutti gli ingredienti insieme, lavorare l’impasto per 10 minuti e formare una pallina. Lasciar riposare per 15 minuti.  Stendere la pasta con il mattarello e, con una rotella, tagliare i crackers a piacere. Bucherellare la superficie con una forchetta, spennellarli con dell’olio e cospargere la superficie con del sale.

Infornare a 200 gradi per 10/15 minuti, fino a doratura.

IMG_4186 (Small)

 

Annunci