Tag

, , , , ,

krapfen

Ok, oggi è il mercoledì delle ceneri… Carnevale è finito e si è portato via tutti i fritti e rifritti con cui era arrivato dopo le grandi abbuffate natalizie. Mi ero ripromessa di fare una pausa con i dolci, fatto sta che ieri (infondo era ancora martedì grasso) ho voluto salutare la stagione dei fritti carnevaleschi con quei bellissimi krapfen che erano in copertina su “La cucina italiana” di marzo. Premetto che nella mia cucina i fritti non sono contemplati più di tanto, per ovvie ragioni di salute e di linea. Tuttavia, con quell’immagine così invitante, non si poteva resistere. Più forte del canto delle Sirene di Ulisse. E io non avevo i compagni pronti a legarmi all’albero maestro. Anzi, la tentazione mi faceva cadere l’occhio solo sullo slogan “fritti e felici“.

E allora, va bene. Fritti-vale. Salutiamo i fritti con una bella manciata di krapfen (che poi ho regalato per scacciare i sensi di colpa!!)

La mia ricetta è liberamente ispirata a quella della nota rivista.

Ingredienti per 16/18 krapfen 

Per la pasta

  • 500 gr di farina (250 di 00 e 250 di manitoba)
  • 50 gr di lievito “madre” secco
  • 50 gr di zucchero
  • 3 uova
  • 100 gr di latte fresco
  • 50 gr di burro
  • olio di arachide per friggere

Per la crema

  • 4 tuorli
  • 50 gr di zucchero
  • 30 gr di amido di mais
  • 300 gr di latte
  • 2 cucchiai di miele
  • semi di vaniglia

Procedimento

Per prima cosa mescolare le farine e il lievito secco (se si usa il lievito fresco, scioglierlo in poco latte tiepido e mescolarlo alle farine); unire lo zucchero, le uova e il burro; lavorare (possibilmente con un robot) per almeno 5 minuti.

Lasciar lievitare 2 o 3 ore. Riprendere la pasta e lavorarla con un mattarello su di un piano infarinato. Ripiegarla in due, stenderla un’altra volta e richiuderla su se stessa; lasciarla riposare per altri 20/30 minuti.

Nel frattempo preparare la crema. Con uno sbattitore montare i tuorli con lo zucchero; aggiungere poi l’amido di mais. Contemporaneamente, in un pentolino, portare quasi a bollore il latte con la vaniglia ed il miele. Aggiungere il latte al composto e frullare ancora. Versare in una casseruola e cuocere fino ad addensamento della crema.

Riprendere la pasta dei krapfen e stenderla con il mattarello. Ricavare con un coppapasta tondo da 6,5 o 7 cm 16/18 dischetti. Lasciarli lievitare per un’altra ora.

Quando i krapfen saranno lievitati, friggerli in olio bollente a fiamma bassa (quelli più scuri sono stati “abbronzati” dalla fiamma un po’ troppo alta) per circa 8 minuti. Far assorbire l’olio su carta da cucina e passarli in una ciotola con dello zucchero.

krapfen

Nel frattempo mettere la crema in un sac à poche e, quando i krapfen saranno raffreddati (circa 10 minuti), farcirli operando un buco nella parte laterale o superiore.

Il risultato è GARANTITO!!!

IMG_3621 (Small)

 

 

Annunci